for Journals by Title or ISSN
for Articles by Keywords
help
Journal Cover
EMC - Medicina Riabilitativa
Number of Followers: 0  
 
  Full-text available via subscription Subscription journal
ISSN (Print) 1283-078X
Published by Elsevier Homepage  [3155 journals]
  • Fisiologia dell’invecchiamento
    • Abstract: Publication date: June 2018Source: EMC - Medicina Riabilitativa, Volume 25, Issue 2Author(s): C. de JaegerL’invecchiamento è un fenomeno fisiologico e la comprensione dei suoi meccanismi è diventata un fenomeno di attualità con l’aumento della durata della vita della popolazione. Il concetto di invecchiamento “normale” è stato sostituito da quello di un invecchiamento senza patologie o invecchiamento ottimale. In effetti, anche se è inevitabile, l’invecchiamento è influenzabile. La ricerca medica attuale si basa sulla comprensione degli elementi che permettono di invecchiare con una disabilità minima. Le teorie dell’invecchiamento sono molteplici e i meccanismi sono multifattoriali. Oltre ai meccanismi intrinseci dell’invecchiamento (fattori genetici, telomerasi, stress ossidativo, ecc.), il ruolo dei fattori estrinseci, in particolare dello stile di vita e dei fattori ambientali, appare sempre più importante. Tutti i sistemi fisiologici sono soggetti a invecchiamento a un ritmo e con conseguenze variabili e con caratteristiche particolari, secondo l’organo incriminato. Questo invecchiamento fisiologico può essere ritardato da misure igienicodietetiche spesso semplici, ma, talvolta, restrittive. La gestione precoce delle malattie acute o croniche, più frequentemente negli anziani, permette di aumentare la durata di vita senza disabilità e di prolungare, così, la vita in buona salute.
       
  • Neurofisiologia del movimento. Oscillazioni neuronali e apprendimento
           motorio
    • Abstract: Publication date: June 2018Source: EMC - Medicina Riabilitativa, Volume 25, Issue 2Author(s): G. ChéronLa neurofisiologia del movimento e dell’apprendimento motorio occupa un ampio campo scientifico. Le basi fondamentali dell’elaborazione centrale del movimento si inseriscono in strutture cerebrali molto specifiche sul piano anatomico e funzionale, ma anche riccamente interconnesse, formando insiemi neuronali gerarchici e dinamici. L’obiettivo principale di questo articolo è di introdurre le basi generali dell’apprendimento motorio, ottenute attraverso esperimenti a partire da modelli animali elementari, per integrarle progressivamente a comportamenti motori più complessi. Le basi delle oscillazioni neuronali e dell’apprendimento motorio, che coinvolgono il potenziamento e la depressione a lungo termine, e i meccanismi che risiedono nella membrana dei neuroni così come quelli che attivano il materiale genetico neuronale sono considerati nel loro contesto sperimentale iniziale, prima di essere descritti in comportamenti motori più complessi negli esseri umani. Si propone una visione aggiornata dei diversi sistemi corticali e subcorticali alla base della neurofisiologia del movimento e della sua plasticità. La struttura dinamica proposta incorpora le aree corticali coinvolte nell’organizzazione del movimento volontario e dell’orientamento sensoriale, così come il ruolo dei gangli della base e del cervelletto. Infine, la descrizione dei neuroni specchio e del modello interno dovrebbe permettere di capire meglio la dinamica generale dell’apprendimento del gesto motorio portato dall’attività oscillatoria del cervello.
       
  • Rieducazione della spalla instabile
    • Abstract: Publication date: March 2018Source: EMC - Medicina Riabilitativa, Volume 25, Issue 1Author(s): T. Marc, D. Rifkin, T. Gaudin, J. TeissierIl tipo di attività dell’articolazione scapolo-omerale richiede una grande mobilità per consentire l’orientamento della mano nello spazio durante le attività della vita quotidiana o dello sport. Questa grande mobilità comporta, a livello articolare, una conformazione anatomica di scarsa congruenza e, quindi, una stabilità principalmente di origine capsulolegamentosa e muscolotendinea. Questa stabilità deve essere dinamica e regolata durante tutto il movimento e, soprattutto, nelle situazioni a rischio. Questa regolazione dipende da contrazioni muscolari che si adattano e variano a seconda della posizione del braccio nello spazio; tale regolazione è resa possibile da una serie di fenomeni di feedback e feedforward le cui afferenze propriocettive e sensitive, consce e inconsce, sono il punto di partenza. Il rieducatore che si trova di fronte a una patologia di instabilità scapolo-omerale deve padroneggiare la conoscenza fondamentale delle diverse modalità di integrazione di queste afferenze propriocettive, il trattamento di esse nella corteccia cerebrale e il modo di migliorarle per consentire al paziente di riprendere le sue attività in piena sicurezza dopo un episodio di lussazione.
       
  • Fisiologia del dolore
    • Abstract: Publication date: March 2018Source: EMC - Medicina Riabilitativa, Volume 25, Issue 1Author(s): L. Plaghki, A. Mouraux, D. Le BarsLa nostra conoscenza della fisiologia del dolore ha visto progressi fenomenali negli ultimi decenni e, in particolare, nei settori della biologia molecolare e della neurodiagnostica per immagini funzionale (elettroencefalografia e risonanza magnetica). Abbiamo cercato di sintetizzare queste nuove acquisizioni senza dimenticare, peraltro, i fondamenti della fisiologia, per estrarne i dati più solidi. In effetti, questa ricchezza è accompagnata da un paradosso : la traduzione in mezzi terapeutici di queste nuove conoscenze, spesso acquisite con modelli animali, rimane deludente. Nella prima parte, affrontiamo i mezzi di esplorazione del sistema del dolore nell’uomo e nell’animale. Nella seconda, presentiamo i meccanismi periferici del sistema nocicettivo e le profonde trasformazioni che subiscono durante l’infiammazione. Nella terza, sono affrontati i meccanismi spinali in condizione fisiologica e infiammatoria. I recenti contributi della neurodiagnostica per immagini hanno richiesto lo sviluppo di un quarto capitolo sui meccanismi cerebrali coinvolti nel dolore. È valutata la specificità di una rete di strutture cerebrali coinvolte nella percezione del dolore. Un quinto e ultimo capitolo è dedicato ai meccanismi di controllo dell’attività nocicettiva spinale, con una particolare attenzione per il paradigma di modulazione condizionante del dolore. Questo articolo è completato da allegati incentrati su argomenti più specifici come l’analgesia attraverso stimolazione somatosensoriale, le tecniche di neurodiagnostica per immagini funzionale, il concetto di “matrice dolore” e la classificazione meccanicistica delle sindromi dolorose.
       
  • Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e
           della Salute
    • Abstract: Publication date: March 2018Source: EMC - Medicina Riabilitativa, Volume 25, Issue 1Author(s): M. CuenotLa Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute (ICF) è stata elaborata sotto l’egida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Essa fornisce un quadro concettuale standardizzato, basato su un approccio sistemico alla disabilità, per identificare le variazioni del funzionamento umano. Questo articolo situa storicamente lo sviluppo di questa classificazione in relazione ai lavori internazionali sul concetto di disabilità e descrive gli obiettivi associati a questa classificazione, la sua struttura, le sue componenti e i suoi vari campi di applicazione. Infine, sono presentati degli strumenti basati sull’ICF, come la check-list ICF, il WHO-DAS 2.0 e le batterie di codici ICF. Sono in corso dei lavori per elaborare versioni elettroniche di questo tipo di strumenti che possano essere utilizzate in un approccio interdisciplinare e in routine.
       
 
 
JournalTOCs
School of Mathematical and Computer Sciences
Heriot-Watt University
Edinburgh, EH14 4AS, UK
Email: journaltocs@hw.ac.uk
Tel: +00 44 (0)131 4513762
Fax: +00 44 (0)131 4513327
 
Home (Search)
Subjects A-Z
Publishers A-Z
Customise
APIs
Your IP address: 54.234.228.78
 
About JournalTOCs
API
Help
News (blog, publications)
JournalTOCs on Twitter   JournalTOCs on Facebook

JournalTOCs © 2009-