for Journals by Title or ISSN
for Articles by Keywords
help
Followed Journals
Journal you Follow: 0
 
Sign Up to follow journals, search in your chosen journals and, optionally, receive Email Alerts when new issues of your Followed Jurnals are published.
Already have an account? Sign In to see the journals you follow.
Scienza & Politica : Per una storia delle dottrine
   [4 followers]  Follow    
  This is an Open Access Journal Open Access journal
     ISSN (Print) 1825-9618
     Published by Universit√† di Bologna Homepage  [19 journals]
  • La tirannia come potere infantile. L’Ubu Roi di Alfred Jarry

    • Authors: Duccio Chiapello
      Abstract: Negli anni ottanta dell’Ottocento nasce Ubu, l’immaginario tiranno dagli smodati appetiti che nell’arco di poco più di un decennio, grazie alla penna di Alfred Jarry, conquisterà un posto di primo piano nel panorama dell’avanguardia teatrale parigina. Ubu non è, tuttavia, semplicemente un fenomeno culturale: è anche il risultato di una inedita e primordiale riflessione sul potere. Ubu nasce come l’incarnazione della dismisura, come l’espressione piena e completa della tirannia come potere infantile, mossa da un’immaginazione bulimica e trainata da brame travolgenti, costantemente accompagnata dal rifiuto di ogni decoro e di ogni mediazione: ed è, a ben vedere, una delle più profetiche e a suo modo accurate preconizzazioni di quello squilibrio fra gli appetiti dell’autocrate e le capacità di tenuta dell’ecosistema in cui questi opera che sarà l’eminente e drammatica cifra delle terribili deflagrazioni del ventesimo secolo. Una riflessione, questa, che assume connotati ancor più precisi quando si sofferma a descrivere un assetto istituzionale protetto da una fragile campana di vetro, impenetrabile solo per chi ha remore a colpirlo, e un apparato amministrativo così permeabile all’arbitrio da essere strutturato «proprio come se lo avesse costruito il tiranno in persona».
      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • La embriologia e la evoluzione delle costituzioni politiche. A proposito
           di alcuni studi recenti nella Costituzione Inglese

    • Authors: Luigi Luzzatti
      Abstract: Ripubblichiamo in questo dossier un saggio di Luigi Luzzatti uscito in «Nuova Antologia» nel 1880. In esso Luzzatti rilegge la storia costituzionale britannica attraverso un insieme di analogie e metafore biologiche, per quali rimandiamo all’introduzione di Luca Ciancio. Questo approccio di Luzzatti valorizza ulteriormente la ricostruzione storico-costituzionale che egli offre analizzando le opere dei massimi storici del suo tempo.



      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • [A proposito di L. Luzzatti, La embriologia e la evoluzione delle
           costituzioni politiche, 1880]

    • Authors: Luca Ciancio
      Abstract: Luca Ciancio discute l'articolo di Luigi Luzzatti a partire da una riflessione sull'ubiquità delle metafore biologiche da lui utilizzate per ragionare sul metodo della scienza costituzionale. Luzzatti si basa sulla distinzione classica tra costituzioni storiche “organiche”, come quella britannica, incarnazione vera e spontanea del “carattere nazionale”, e costituzioni astratte “meccaniche”, artificialmente imposte dalla ragione e perciò instabili. Proprio il ricorso in epoca tardo-positivistica a un repertorio metaforico evoluzionistico, come quello della dinamica embriologica delle costituzioni, definisce da un lato l'intento di Luttazzi come adesione allo storicismo e all'organicismo tipico della sua epoca, dall'altro lato il ricorso libero alla biologia gli consente di discutere strategie conoscitive utili per la scienza costituzionale e svincolate da una nozione dogmatica di scientificità. Attraverso il testo di Luzzatti, Ciancio sottolinea però il significato e la funzione di un paradigma evoluzionistico che definiva rigidamente e ideologicamente l'indagine storica e che utilizza per richiamare un'idea di ordine, di restaurazione e di continuità.
      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • L’ipotesi del meticciato in America latina. Dal multiculturalismo
           neoliberale alle differenze come forme di contenzioso

    • Authors: Maura Brighenti, Verónica Gago
      Abstract: La disputa sul meticciato comincia a giocare un ruolo fondamentale in America latina all’interno dei dibattiti modernisti sull’unità nazionale tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, per acquisire un’inedita diffusione globale negli anni ottanta e novanta del secolo scorso. Utilizzando gli scritti della sociologa boliviana Silvia Rivera Cusicanqui e dell’antropologa argentina, da tempo attiva in Brasile, Rita Segato ricostruisce la vicenda storica e politica del meticciato in America latina. Le autrici mostrano come esso sia un concetto storico che ha funzionato come istanza di legittimazione tanto nel periodo dell’oppressione coloniale quanto successivamente nell’epoca della modernizzazione repubblicana. Esso rappresenta lo strumento per nascondere quando non cancellare il carattere originario dello Stato moderno, proprio per questo esso ha potuto svolgere un ruolo fondamentale sia nell’epoca del liberalismo sia in quella del neoliberalismo. Ma nel meticciato è contenuta anche una posta in gioco che può esprimere la pulsione radicalmente decolonizzatrice delle differenze come forme di contenzioso che abitano i complessi territori latinoamericani contemporanei.
      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • Post-colonia/Post-dittatura

    • Authors: Juan Obarrio
      Abstract: Il saggio si concentra su due questioni. In primo luogo esso indaga la rilevanza degli studi postcoloniali per esplorare la situazione argentina che si è affermata a partire dalla seconda metà del XX secolo, in parallelo al contesto regionale latinoamericano e in modo più ampio nel quadro dei processi storici delle culture politiche del Sud globale; in modo più specifico, l’importanza di una prospettiva comparativa per leggere la tensione tra post-colonia e post-dittatura e la transizione democratica in contesti contemporanei segnati da violenti processi di accumulazione capitalistica primitiva e da specifiche tecnologie di morte.


      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • Perché le frontiere della cultura non coincidono con quelle
           dell’identità? Prospettive teoriche dall’America
           latina

    • Authors: Alejandro Grimson
      Abstract: Il saggio prende avvio da una rivisitazione dei concetti di «cultura» e «identità», dei loro intrecci e delle loro differenze. Mentre il concetto di «identità» è analizzato attraverso gli studi antropologici ed etnografici, il concetto di «cultura» è approfondito grazie agli apporti decisivi delle teorie sulla «nazione». Se la metafora dell’etnicità ha infatti permesso di pensare le logiche dell’identità, la metafora di una nazione eterotopica e eterocronica può contribuire a pensare le logiche situate nell’eterogeneità della cultura. Si propone, infine, la nozione di «configurazione culturale» come una nuova prospettiva mediante cui interpretare i processi politici e sociali.


      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • America Latina: saggi sull’interpretazione dell’eredità
           coloniale

    • Authors: María Pia López
      Abstract: In America latina gran parte della produzione letteraria del XIX e del XX secolo ha cercato di dar conto della questione nazionale, articolando dimensioni diverse: il peso dell’eredità coloniale, la singolarità culturale della nazione e le relazioni, al suo interno, tra le classi sociali e i gruppi etnici. Pensare la nazione ha, in ogni caso, implicato pensare la differenza e il confitto con gli altri, ma anche il conflitto interno e le logiche della colonialità. Si apre dunque un percorso tra alcuni di quei saggi fondativi attorno a tre assi: la formulazione di letture dualiste (coloniale/nazionale; bianco/indio; civiltà/barbarie), la questione della lingua (la lingua ereditata dall’esperienza coloniale e il carattere plurilingue delle società latinoamericane), le ipotesi sulla fondazione della nazione – i gruppi cui si aggiudica l’origine – e il loro funzionamento come legittimazione dell’ordine originato con le indipendenze.


      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • Mondi (post)coloniali. Considerazioni su razza, genere e sesso,
           soggettività e temporalità

    • Authors: Karina Bidaseca
      Abstract: A partire da un confronto con gli studi postcoloniali, il saggio si concentra sull’importanza di attivare un dialogo Sud/Sud per analizzare tanto le genealogie e le eredità del colonialismo quanto le violente tensioni che attraversano le post-colonie contemporanee. All’interno di questa prospettiva, un luogo fondamentale è dedicato alla riflessione femminista, dalla critica di un femminismo occidentale «salvazionista» all’idea del «terzo femminismo» o femminismo di frontiera: nuovi strumenti concettuali e nuove pratiche teoriche mediante cui riscrivere le relazioni tra razza, genere e classe nel Sud come nel Nord globale.


      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • Eredità, genealogie e memorie postcoloniali in America latina
           Scritture di frontiera dal Sud

    • Authors: Karina Bidaseca, Alejandro de Oto, Juan Obarrio, Marta Sierra
      Abstract: In questo testo introduttivo i quattro organizzatori del Primo Congresso di Studi Postcoloniali (Buenos Aires, 5, 6, 7 dicembre 2012) passano in rassegna alcune delle principali questioni e le linee guida che hanno attraversato le sessioni plenarie e i tavoli tematici. A partire da un serrato confronto con le categorie e le proposte epistemologiche elaborate nell’ambito degli studi postcoloniali e del femminismo decoloniale, il congresso raccoglie la sfida di avviare un dialogo Sud/Sud attraverso il consolidamento di uno spazio di discussione interdisciplinare nei distinti campi teorici che indagano l’esperienza della postcolonialità.
      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • Introduzione

    • Authors: Maura Brighenti
      Abstract: L’introduzione presenta la sezione monografica di Scienza & Politica dedicata alle innovazioni che in America latina gli studi postcoloniali e femministi stanno introducendo nella storia del pensiero politico nel suo complesso. Vengono annunciati i concetti fondamentali che sono poi oggetto di analisi storica e critica nei saggi che seguono. Viene altresì sottolineato il carattere di laboratorio continentale che la riflessione storica e politica sta assumendo nel continente
      sudamericano e i collegamenti che si stanno stabilendo con gli altri paesi del Sud globale.
      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • La “lezione” politica di Gianfranco Miglio

    • Authors: Davide G. Bianchi
      Abstract: Il lavoro scientifico di Gianfranco Miglio si colloca nel solco del “realismo politico”, a cui si univa il tentativo di studiare i fenomeni politici con la stessa metodologia delle scienze naturali (è questo il senso del “positivismo” migliano). Quale ruolo assegnava quindi al pensiero politico? Per Miglio, la classe politica – moschianamente intesa – si serve delle ideologie per l’esercizio concreto del potere: in particolare, il ceto degli “aiutanti” ha il compito di disimpegnare i compiti tecnici ma anche di pensare le forme di legittimazione dell’autorità. Convinto com’era che con la fine della Guerra fredda si fosse chiusa un’epoca, aperta quattro secoli prima con la nascita dello Stato moderno, negli ultimi anni della sua vita Miglio si dedicò a pensare nuovi modelli politici, e con essi nuove forme di legittimazione del potere. Al di là dei contenuti specifici delle sue proposte costituzionali, l’impegno “militante” dell’ultimo Miglio, più che assolvere un ruolo politico stricto sensu, rispondeva a quella che per lui era l’esigenza teorica di pensare dottrine e istituzioni politiche post-statuali, una volta avvertiti i primi segnali dell’«autunno» dello Stato moderno.
      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • Risposte nazionali e regionali alla globalizzazione

    • Authors: Irina Stoica
      Abstract: Lo scopo di questo articolo è indagare la relazione tra la globalizzazione e la competitività o efficienza economica nazionale così come viene indicata dai tassi di disoccupazione e di inflazione, così come dal livello del deficit di bilancio e dal debito nazionale. Nell'era della globalizzazione, il 'consenso keynesiano' del dopoguerra, che ha impedito qualsiasi trade-off tra sicurezza sociale e la crescita economica, non può resistere alla pressione della globalizzazione dell'economia mondiale. Il calo dell'occupazione industriale ha creato una situazione in cui - nei paesi nordici e in Svezia, in particolare - la piena occupazione poteva essere raggiunta solo tramite servizi e del terzo settore economico. Al contrario, la globalizzazione ha beneficiato le piccole economie aperte nel sud-est asiatico, che si trova più in sintonia con le esigenze dell'età globale.
      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • Sull’entusiasmo in politica: 12 ipotesi

    • Authors: Valerio Romitelli
      Abstract: L’autore presenta dodici tesi per riabilitare l’entusiasmo come categoria politica e, in definitiva, per riaffermare la possibilità stessa dell’azione politica. L’entusiasmo delle masse sarebbe stato l’elemento politico fondamentale dei “gloriosi trent’anni” successivi alla seconda guerra mondiale con la loro tensione a realizzare una maggiore giustizia sociale. Esso sarebbe stato soprattutto alla base del “lungo ‘68” e dei processi di decolonizzazione. L’entusiasmo viene così opposto tanto al monopolio dell’innovazione politica preteso un tempo dai partiti comunisti, quanto alla competenza esclusiva sulle decisioni politico-economiche rivendicata oggi dalle élite democratiche. Ripensare l’entusiasmo presente in quelle sequenze storiche del Novecento dovrebbe servire a reagire alle «passioni tristi» che dominano nell’epoca dell’amministrazione neoliberale della democraziaglobale.


      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • Trasformazioni dello Stato/nazione nel quadro della storia transatlantica
           CISPEA – Dipartimento di Scienze politiche e sociali –
           Bologna, 18 aprile 2013

    • Authors: Eleonora Cappuccilli
      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • Rebellion, Resistance and Revolution Between the Old and the New World:
           Discourses and Political Languages Dipartimento di Storia Culture
           Civiltà Bologna, 2-3 ottobre 2013

    • Authors: Eleonora Cappuccilli
      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
  • Hanno collaborato a questo numero

    • Authors: Roberta Ferrari
      PubDate: 2013-12-17
      Issue No: Vol. 25 (2013)
       
 
 
JournalTOCs
School of Mathematical and Computer Sciences
Heriot-Watt University
Edinburgh, EH14 4AS, UK
Email: journaltocs@hw.ac.uk
Tel: +00 44 (0)131 4513762
Fax: +00 44 (0)131 4513327
 
About JournalTOCs
API
Help
News (blog, publications)
JournalTOCs on Twitter   JournalTOCs on Facebook

JournalTOCs © 2009-2014