for Journals by Title or ISSN
for Articles by Keywords
help
Followed Journals
Journal you Follow: 0
 
Sign Up to follow journals, search in your chosen journals and, optionally, receive Email Alerts when new issues of your Followed Jurnals are published.
Already have an account? Sign In to see the journals you follow.
  Scienza & Politica : Per una storia delle dottrine
  [4 followers]  Follow
    
  This is an Open Access Journal Open Access journal
   ISSN (Print) 1825-9618
   Published by Universit√† di Bologna Homepage  [20 journals]
  • L’istituzione della giustizia. La solidarietà come obbligazione
           dei moderni secondo Durkheim

    • Authors: Nicola Marcucci
      Abstract: Il saggio è dedicato alla concezione durkheimiana della giustizia. Si mostra come la polarizzazione hobbesiana tra diritto e giustizia possa essere ritenuta paradigmatica per il pensiero politico moderno. Il contributo durkheimiano riformula l’alternativa hobbesiana, mettendo diversamente a tema la tensione costitutiva tra diritto e giustizia. La critica durkheimana al contrattualismo riconfigura l’ordine giuridico alla luce del concetto di solidarietà, ritenuto da Durkheim la premessa impensata all’obbligazione moderna. Il contrattualismo è la modalità moderna per pensare il rapporto tra società, individuo, proprietà e lavoro. Il contrattualismo è l’istanza a partire dalla quale osservare il riemergere di una diversa concezione della giustizia che, attraverso la nozione di contratto giusto, mette in discussione i presupposti formali su cui si è costituito. La giustizia sociale converge con la solidarietà risemantizzando il concetto stesso di obbligazione.
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
  • Una strategia della resilienza: la solidarietà nel mutuo soccorso

    • Authors: Monica Stronati
      Abstract: Il contributo affronta la solidarietà delle associazioni di mutuo soccorso nello Stato liberale di diritto. Un fenomeno complesso e variegato che, tuttavia, trova un momento di sintesi in alcuni caratteri, per esempio il principio di eguaglianza (una testa un voto), la partecipazione responsabile, il mutuo aiuto ai soli soci, la natura interclassista dei sodalizi, il carattere della resilienza. Dal punto di vista pubblicistico le società di mutuo soccorso rappresentano un esempio di rapporti tra Stato e società alternativo a quello individualistico, accolto dal codice civile liberal-borghese del 1865. Un "modello" che coniuga la centralità dell'individuo con la necessaria dimensione relazionale del benessere individuale.
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
  • Gli aggettivi della solidarietà. Traiettorie di ricerca sulla
           solidarietà intergenerazionale

    • Authors: Paola Persano
      Abstract: Il saggio presenta un'analisi dei più rilevanti approcci al tema della solidarietà tra generazioni. Il tempo delle generazioni ha incontrato ormai da decenni la storia delle idee. Oggi, all’incrocio tra storia concettuale e sociologia generale, analisi dei processi culturali e storia sociale, la riflessione teorica su un paradigma di ineliminabile vaghezza semantica come quello di "generazione politica" e sul conseguente rapporto di complicità o conflitto tra generazioni si connota per il peso crescente acquisito dal tema della solidarietà intergenerazionale, declinato sia nello spazio delle relazioni della vita tra vecchi, adulti e giovani, che in quello della storia, tra vivi, morti e non ancora nati. È la "contemporaneità del non contemporaneo" a imporre la sua logica, chiedendo tuttavia forme nuove di comprensione e rappresentazione delle odierne dinamiche globali.
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
  • «I speak generally of Law». Legge, leggi e corti nel Dialogue di
           Thomas Hobbes

    • Authors: Mario Piccinini
      Abstract: Analizzando il Dialogue between a Philosopher and a Student of the Common Laws of England di Thomas Hobbes, il saggio ricostruisce la tradizione storiografica e i motivi della sua secolare sottovalutazione. Il testo hobbesiano viene collocato all'interno della storia del diritto inglese e delle polemiche che hanno accompagnato e seguito la rivoluzione del 1640. Esso viene poi confrontato con le opere politiche di Hobbes, mostrando come il silenzio della legge» sostituisce progressivamente lo stato di natura quale immagine della morte possibile del Commonwealth. Il Dialogue dimostra così di essere una decisa presa di posizione a favore della capacità uguale e universale di comprendere cosa è la legge. Quest'ultima risulta così dalla volontà di un sovrano che è però l'istituzionalizzazione dell'autorizzazione degli individui che lo costituiscono.
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
  • Ideologia come funzione. Lukács e l'Ontologia dell'essere
           sociale

    • Authors: Valeria Gualdi
      Abstract: A partire dagli anni '60, György Lukács intraprende una ricerca volta a recuperare e sviluppare l'ontologia sociale racchiusa negli scritti di Marx nel tentativo di rinnovare la riflessione marxista dopo l'effetto inibitorio provocato dallo Stalinismo. Lo scopo di questo articolo è di indagare la concezione lukácsiana dell'ideologia come funzione sociale, mettendola in relazione con il regime di complessità descritto da Lukács nella sua ultima opera, Ontologia dell'essere sociale. Recuperando il riferimento goethiano implicito nell'idea di lavoro come “fenomeno originario” dell'azione sociale, tenteremo di riconcettualizzare la teoria del rispecchiamento adottata nell'Ontologia al fine di mostrare il ruolo che viene ad assumere l'ideologia all'interno di una società volta alla produzione del futuro.
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
  • Una storia di esperienze e di uomini pensanti. La storia del pensiero
           politico secondo Michael Oakeshott

    • Authors: Spartaco Pupo
      Abstract: Michael Oakeshott guarda alla storia del pensiero politico europeo come a una strutturazione di idee e argomentazioni proprie dell’esperienza pratica volta alla comprensione delle espressioni politiche in voga nella cultura di un popolo. Essa non è una storia continuativa e cumulativa di idee astratte e disincarnate, come viene erroneamente concepita, ma di uomini che hanno pensato la politica in un certo modo sulla base del linguaggio e dell’insieme delle azioni, delle credenze morali e delle contingenze del popolo d’appartenenza. Nell’articolo è messo in risalto il confronto tra Oakeshott, Quentin Skinner e Gianfranco Miglio sulla ricerca del metodo da applicare allo studio della storia del pensiero politico.
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
  • I confini dell’uguaglianza. Riconoscimento, inclusione, esclusione

    • Authors: Luca Scuccimarra
      Abstract: Secondo il sociologo Ulrich Beck, il dibattito contemporaneo sulle disuguaglianze sociali rappresenta un esemplare caso di studio di quel fenomeno di sistematica distorsione della «prospettiva scientifica dell’osservatore» che egli ha proposto di definire nazionalismo metodologico. In tale orizzonte di indagine è possibile, infatti, toccare con mano le «grandi zone d’ombra» – e i macroscopici errori – prodotti anche sul piano della ricerca empirica da una visione della società e della politica che tende programmaticamente a far propria «la logica dell’ottica nazionale». Muovendo da alcuni celebri passi di Alexis de Tocqueville, il saggio si propone di mettere a fuoco le complesse dinamiche fondative che si pongono alla base di questo approccio territorializzato alla questione dell’eguaglianza, in un percorso di riflessione che chiama in causa alcuni dei più recenti contributi teorici sul tema.
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
  • In margine a tre lezioni di Guido Calabresi

    • Authors: Guido Melis
      Abstract: Il saggio propone alcune osservazioni a margine delle tre lezioni tenute dal giudice federale statunitense Guido Calabresi a Macerata nel 2012. Le lezioni riguardano l'organizzazione delle corti di giustizia federale negli Stati Uniti, la forma e il ruolo delle sentenze giudiziarie all'interno di un sistema federale e il rapporto che intrattiene con la pena di morte un giudice a essa decisamente contrario. Secondo Melis queste lezioni restituiscono in maniera straordinariamente viva e precisa la struttura del sistema giudiziario e, al tempo stesso, l'esperienza soggettiva di un giudice.
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
  • Rivoluzione, costituzioni e governo nel Settecento: Hume e Bentham

    • Authors: Paola Rudan, Luca Cobbe
      Abstract: Abbiamo rivolto una serie di domande a Luca Cobbe e a Paola Rudan, autori di due volumi che mettono in primo piano la svolta settecentesca che, muovendo dall'esperienza della rivoluzione, ripensano profondamente la struttura della costituzione e la configurazione del governo. Le due opere, rispettivamente su David Hume e su Jeremy Bentham, contribuiscono in maniera significativa a illuminare il modo in cui viene ripensato l'obbedienza nell'epoca dell'affermazione del meccanismo societario e della sempre maggiore centralità dell'opinione. Da questo dialogo a distanza emerge chiaramente una pluralità di registri costituzionali che sono necessari affinché si affermasse progressivamente la centralità del governo nell'epoca della nascente sovranità popolare.
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
  • Expanding the Margins: Migration, Mobilities, Territories - Institute for
           European Ethnology della Humboldt-Universität di Berlino 21-26
           settembre 2014

    • Authors: Niccolò Cuppini
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
  • Current Developments in Critical Urban Studies - Georg Simmel Centrum for
           Metropolitan Research di Berlino 10-11 luglio 2014

    • Authors: Niccolò Cuppini
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
  • Hanno collaborato a questo numero

    • Authors: Roberta Ferrari
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
  • Politique de Durkheim. Société, humanité, État

    • Authors: Bruno Karsenti
      Abstract: Il saggio muove dalla tensione tra società e umanità, tra nazionalismo e cosmopolitismo, per discutere il concetto sociologico di Stato in Emile Durkheim. L’autore critica l’analisi di Pierre Bourdieu, che indica nello Stato durkheimiano solo l’espressione della società repubblicana francese di fine Ottocento. Lo Stato sarebbe invece per Durkheim l’espressione organizzata dell’autorità presente in ogni società. Diversamente da quanto avviene nella teoria politica moderna in particolare di Hobbes e Rousseau, lo Stato durkheimiano non è la somma di forze, quanto piuttosto l’esito di un processo mentale che lega gli individui alla loro organizzazione statale. Proprio per questo lo Stato è «l’organo del pensiero sociale», che consente deliberazioni successive grazie alla mediazione tra governanti e governati, senza presupporre gli individui ma producendo in continuazione l'ambiente della loro azione.
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
  • Solidarietà in movimento. Politica, sociologia e diritto tra welfare
           e globalizzazione

    • Authors: Luca Cobbe
      Abstract: Alla luce della ripresa del dibattito sul tema della solidarietà, questo contributo introduttivo alla sezione monografica di «Scienza & Politica» si propone di mettere in luce la funzione epistemologica di questo concetto nella costituzione del tempo e dello spazio della regolazione sociale. Prendendo in esame il contributo della sociologia alla costruzione e sviluppo dello Stato sociale novecentesco, si vaglierà la capacità euristica e normativa del concetto di solidarietà di fronte alle sfide che la globalizzazione economica e sociale pone alla possibilità di una regolazione societaria delle interdipendenze globali.
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
  • Fraternité e solidarité intorno al 1848. Tracce di un approccio
           sociologico

    • Authors: Andrea Lanza
      Abstract: L’articolo si concentra sulla storia socio-lessicale dei termini «fraternité» e «solidarité» nella Francia della prima metà dell’Ottocento. In particolare l’autore mette in luce come, nel 1848, il termine «fratellanza» venga allo stesso tempo inserito nel motto repubblicano e associato al repubblicanesimo socialista sconfitto. L’autore si concentra quindi sul sinonimo «solidarietà» ricostruendo i suoi diversi contesti d’uso (fiscale, legale, religioso, economico e politico) per mostrare come l’uso nel contesto sociale accompagni la nascita di un approccio sociologico di matrice repubblicano-sansimoniana.
      PubDate: 2014-12-28
      Issue No: Vol. 26 (2014)
       
 
 
JournalTOCs
School of Mathematical and Computer Sciences
Heriot-Watt University
Edinburgh, EH14 4AS, UK
Email: journaltocs@hw.ac.uk
Tel: +00 44 (0)131 4513762
Fax: +00 44 (0)131 4513327
 
About JournalTOCs
API
Help
News (blog, publications)
JournalTOCs on Twitter   JournalTOCs on Facebook

JournalTOCs © 2009-2015