for Journals by Title or ISSN
for Articles by Keywords
help

Publisher: Università di Bologna   (Total: 24 journals)   [Sort by number of followers]

Showing 1 - 24 of 24 Journals sorted alphabetically
Almatourism - J. of Tourism, Culture and Territorial Development     Open Access   (Followers: 11)
Annali Sismondi     Open Access  
Antropologia e Teatro. Rivista di Studi     Open Access   (Followers: 1)
Bibliothecae.it     Open Access  
Bruno Pini Mathematical Analysis Seminar     Open Access  
Confluenze Rivista di Studi Iberoamericani     Open Access   (SJR: 0.109, CiteScore: 0)
Conservation Science in Cultural Heritage     Open Access   (Followers: 10, SJR: 0.111, CiteScore: 0)
Danza e ricerca. Laboratorio di studi, scritture, visioni     Open Access  
DISEGNARECON     Open Access   (Followers: 2)
Encyclopaideia - J. of Phenomenology and Education     Open Access   (Followers: 1, SJR: 0.102, CiteScore: 0)
EQA - Intl. J. of Environmental Quality     Open Access   (Followers: 2)
Figure     Open Access   (Followers: 2)
Governare la paura. J. of interdisciplinary studies     Open Access  
INTRECCI d'arte     Open Access   (Followers: 3)
In_Bo : Ricerche e Progetti per il Territorio, la Città e l'Architettura     Open Access   (Followers: 4)
IpoTESI di Preistoria     Open Access   (Followers: 2)
J. of Endoscopic and Minimally Invasive Surgery in Newborn, Children and Adolescent     Open Access  
J. of Formalized Reasoning     Open Access   (Followers: 2, SJR: 0.574, CiteScore: 2)
Labour & Law Issues     Open Access   (Followers: 6)
Musica Docta     Open Access   (Followers: 1)
PsicoArt - Rivista on line di arte e psicologia     Open Access   (Followers: 3)
Ricerche di Pedagogia e Didattica. J. of Theories and Research in Education     Open Access   (Followers: 3)
Scienza & Politica : Per una storia delle dottrine     Open Access   (Followers: 2)
Statistica     Open Access   (Followers: 9)
Journal Cover
Scienza & Politica : Per una storia delle dottrine
Number of Followers: 2  

  This is an Open Access Journal Open Access journal
ISSN (Print) 1825-9618
Published by Università di Bologna Homepage  [24 journals]
  • Variazioni politiche sul discorso economico neoliberale. Ragionando
           sull’Europa

    • Authors: Adelino Zanini
      Abstract: Questa introduzione analizza alcune delle questioni chiave relative alle declinazioni politiche del discorso economico neoliberale nell’Europa odierna. In particolare, è preso in considerazione il rapporto tra l’evanescenza della sovranità dello stato-nazione e la rinascita della “nazione economica”. L’autore afferma che nella grande trasformazione imposta dalla crisi economica in atto, ciò che è fondamentale cogliere non sono solo le radici tedesche dell’Ordoliberalismo europeo, ma anche quelle di una politica ibrida, basata su governance policies, e implicitamente richiesta dal carattere inconcluso della stessa grande trasformazione.
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7549
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • Tempo, ordine, potere. Su alcuni presupposti concettuali del programma
           neoliberale

    • Authors: Maurizio Ricciardi
      Abstract: Il saggio sostiene che, nonostante le significative trasformazioni successive, un momento ordoliberale agisca all’interno del programma neoliberale. L’ordoliberalismo stabilisce una specifica antropologia politica fondata sulla centralità dell’agire economico e su una temporalità a-rivoluzionaria che valorizza la continuità normativa della tradizione. Anche contro le specifiche configurazioni che lo Stato può assumere, in particolare di quella democratica, esso punta inoltre sulla costante riattivazione di un politico inteso come decisione fondamentale in favore dell’economico. 
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7551
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • Principi costitutivi e principi regolativi della Wettbewerbsordnung
           ordoliberale. A proposito di Walter Eucken

    • Authors: Adelino Zanini
      Abstract: La recente crisi dell’eurozona ha indotto studiosi e attivisti a considerare in termini critici la tradizione di pensiero ordoliberale, al fine di sottolineare il primato ideologico ed effettivo degli interessi tede­schi nell’ambito delle politiche economiche e monetarie europee. Muovendo da quest’ultima asser­zione, ampiamente diffusa, l’autore, dopo aver richiamato le differenze esistenti tra il liberalismo della “Scuola di Friburgo” e quello della “Scuola di Vienna”, analizza e discute i principi della politica eco­nomica di Walter Eucken e, in particolare, i “principi costitutivi” e i “principi regolativi” della sua Wett­bewerbsordnung. Tuttavia, se è vero che il concetto ordoliberale di concorrenza è basato su di un Leistungsprinzip che richiede uno starker Staat, come può la Wettbewerbsordnung coesistere con i si­stemi di governance dell’Unione europea' In realtà, sostiene l’autore, la multilevel governance eu­ro­pea sembra poter essere meglio compresa se interpretata come un “ibrido”, rispetto al quale l’ordoli­beralismo non sempre interpreta un ruolo coerente con la sua tradizione. 
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7564
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • Un neoliberale a Parigi. Walter Lippmann e gli ordoliberali

    • Authors: Alessandro Simoncini
      Abstract: Il testo indaga il rapporto tra The Good Society di Walter Lippmann e alcuni aspetti del pensiero ordoliberale. La prima parte analizza il modo in cui Lippmann pensa i lineamenti fondamentali di un nuovo liberalismo centrato sull’assiomatica della concorrenza a cui il governo rappresentativo deve allineare i viventi e il loro lavoro; la seconda mostra come l’approccio di Lippmann stia sullo sfondo del Colloque Walter Lippmann, che si tiene a Parigi nell’agosto del 1938 e che viene spesso considerato il luogo di emergenza del discorso neoliberale; la terza si concentra sull’idea del governo neoliberale della società e sul significato dell’Agenda del liberalismo elaborata durante i lavori del Colloque.
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7550
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • La Costituzione nelle fabbriche. Appunti su contratto sociale fordista e
           compromesso costituente

    • Authors: Bruno Settis
      Abstract: Il «compromesso costituente» tra cultura liberale, cattolica e socialista-comunista e il «compromesso fordista-keynesiano» tra capitale e lavoro sono due sintesi o formule correnti: vengono spesso incastrate, talvolta sovrapposte o quasi, per via della loro convergenza sulla centralità del lavoro, posto dal primo a fondazione della costituenda repubblica, dall'altro al centro del circolo virtuoso di produzione di massa e consumo di massa. A partire da una rilettura critica di queste sintesi, si proporranno alcune linee di ricerca per la storia repubblicana, non prive di rilievo per il lessico politico contemporaneo.
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7596
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • Dopo il keynesismo: teorie economiche per una (non-)politica economica

    • Authors: Alberto Russo
      Abstract: In questo articolo viene proposta una breve discussione sull’evoluzione della macroeconomia e della politica economica dopo Keynes. In particolare, viene descritta la diffusione di un nuovo standard di ricerca, dopo la «stagflazione» degli anni ‘70 del secolo scorso, che ripropone la fiducia (pre-keynesiana) nelle capacità di auto-regolazione dei mercati e considera la politica economica (anti-ciclica) come un possibile ostacolo al raggiungimento dell’equilibrio «naturale» del sistema economico. Infine, vengono discusse alcune prospettive per la macroeconomia dopo la Grande Recessione.
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7597
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • Residui, persistenze e illusioni: il fallimento politico del globalismo

    • Authors: Geminello Preterossi
      Abstract: A partire da un’analisi del rapporto tra diritto, territorio e il cosiddetto “spazio globale”, il saggio esamina e discute la crisi “spaziale” dell’età dei diritti, a fronte di una specificità urbana dello spazio europeo e di una persistenza degli Stati come attori politici principali, in rapporto funzionale o di tensione con i poteri indiretti del capitalismo finanziario. In particolare, l’autore mette in questione l’esistenza di un’alternativa credibile agli universali politici concreti. Contro uno spazio che rischia di caratterizzarsi come postdemocratico e decostituzionalizzato, l’autore propone un’analisi tesa a mostrare la necessità di recuperare il precipitato politico del costituzionalismo sociale e democratico rilanciandone il portato emancipativo e l’attualità, consapevole del rischio di muoversi tra residui (novecenteschi), persistenze concettuali (moderne) e illusioni (globaliste). 
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7579
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • Quale cittadinanza europea' Dilemmi dell’opinione pubblica europea
           nell’età di Maastricht

    • Authors: Teresa Pullano
      Abstract: L’ipotesi che questo articolo avanza è che si possono comprendere le ambiguità dell’opinione pubblica su scala europea soltanto se si riflette su come, su scala continentale e simultaneamente su scala nazionale, l’opinione pubblica è prodotta attraverso meccanismi socio-economici e politici e mai data a priori dalle preferenze individuali. In particolare, il presente articolo si sofferma su come le condizioni stesse della cittadinanza e quindi dell’opinione pubblica siano prodotte attraverso la ricomposizione dello spazio statuale europeo e nazionale. Prendendo ad esempio il caso del referendum greco del 5 luglio 2015 a proposito del piano di aiuto economico europeo, l’articolo mette in luce come lo spazio statuale europeo sia caratterizzato dalla differenziazione continua delle condizioni di possibilità, e dei diritti, della cittadinanza stessa. Infine, l’articolo propone di leggere queste trasformazioni a partire dal modello proposto da Nicos Poulantzas di ricomposizione della matrice statuale europea. 
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7565
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • Lo Stato nella globalizzazione e la governance economica della politica

    • Authors: Alessandro Arienzo
      Abstract: Il moltiplicarsi degli attori sulla scena globale mostra quanto siano oggi plurali e radicate le interdipendenze economiche e politiche, e quanto fortemente gli Stati ne siano condizionati. Lo spazio nazionale perde la centralità acquisita nella modernità, a favore del comporsi di spazialità plurali nelle quali lo Stato – globalizzato e scontento – è costretto ad operare. Ai vincoli esterni rappresentati da questa nuova economia delle interdipendenze si sommano le trasformazioni radicali nei principi che orientano le scelte e i comportamenti politici degli individui. Tali principi rappresentano i vincoli interni, di natura economica, all’azione degli Stati. La governance economica della politica costituisce un’inedita economia delle interdipendenze e dei comportamenti che è nel contempo promozione e management di soggettività. Essa opera come nuova ratio societatis, vera e propria “civilizzazione economica globale”.
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7566
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • Il feticcio middle-class e le scienze sociali fra ordine liberal e
           neoliberale negli Stati Uniti

    • Authors: Matteo Battistini
      Abstract: Negli Stati Uniti la crisi esplosa nel 2008 ha inaugurato un dibattito pubblico sul declino della classe media che ha precisi riferimenti storici: dalla Grande depressione con il New Deal alla globalizzazione degli anni Novanta, passando per le fratture imposte dai movimenti sociali dei lunghi anni Sessanta e la svolta neoliberale degli anni Ottanta. Alla luce di un dibattito in cui la classe media emerge come riferimento indiscusso delle culture politiche statunitensi, il saggio mostra l’origine del feticcio middle-class attraverso il ruolo che le scienze sociali statunitensi hanno avuto nella costruzione della classe media quale nozione ideologica alla base del secolo americano. Liberata dal suo feticcio, middle-class emerge così come categoria storica che consente di tracciare la formazione dell’ordine liberal e la sua transizione verso l’ordine neoliberale, indicare i punti di crisi e trasformazione del capitalismo e dello Stato americano, individuare la frontiera oltre la quale la loro legittimazione storica viene meno. 
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7554
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • Luoghi a perdere. Hannah Arendt e la questione dei rifugiati

    • Authors: Edoardo Greblo
      Abstract: In genere, la teoria politica evita di prendere in considerazione il tipo di danno subito da chi vive escluso da ogni comunità politica, o, al limite, lo considera come un fenomeno di tipo giuridico e politico, ossia la perdita della cittadinanza. È invece essenziale prendere atto che le persone costrette a vivere nel perimetro circoscritto da quell’insieme di disposizioni, istituzioni e spazi che è possibile raccogliere sotto l’etichetta di «campo» subiscono una specifica spoliazione di umanità, e non solo un danno giuridico. Per provare a giustificare questa tesi, è opportuno ripartire dall’opera di Hannah Arendt, che concepisce, appunto, l’apolidicità in termini ontologico-esistenziali e che perciò offre una prospettiva migliore per comprendere i nostri obblighi morali nei confronti di profughi, apolidi e rifugiati.
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7553
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • Conatus e libertà: colpa, pena, punizione in Paul Ricoeur. Per una
           genealogia concettuale

    • Authors: Stefania Mazzone
      Abstract: Obiettivo della presente indagine è la ricostruzione di una circolarità ermeneutica tra alcune delle categorie più puramente psicologiche dell’elaborazione di Paul Ricoeur e i concetti chiave della sua analisi morale, giuridica e politica. Ciò cercando di evidenziare le ascendenze e i confronti intellettuali del Ricoeur teoretico, ritrovandone gli esiti in sede più esplicitamente giuridico-sociale, in un excursus che mira all’ipotesi di una fondazione categoriale rizomatica del pensiero politico di Paul Ricoeur. 
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7497
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • Ernesto Laclau e l’Argentina: possibilità e limiti di un
           populismo postneoliberale

    • Authors: Rocco Maniscalco
      Abstract: Obiettivo di questo testo è presentare alcune critiche alle teorie di Ernesto Laclau sul populismo, in particolar modo a quelle presenti in La ragione populista. Il testo è diviso fondamentalmente in tre parti, nella prima illustrerò brevemente la storia recente dell’Argentina in quanto fondamentale per comprendere lo sviluppo del pensiero del filosofo latinoamericano. Nella seconda parte del saggio presenterò le principali proposte teoriche contenute in La Ragione populista. L’ultima parte del testo sarà dedicata ad una disanima critica di due elementi centrali della teoria di Laclau; l’unità minima di analisi scelta (le domande sociali), e il rapporto tra populismo ed istituzioni (in particolar modo in seguito alla conquista del governo). La quasi totalità dei testi che userò per sottolineare alcune criticità del pensiero laclausiano provengono dal contesto latinoamericano, contesto che nel corso dell’ultima decade ha potuto sperimentare pregi e limiti sia del pensiero di Laclau sia dei populismi realmente esistenti, o esistiti, oggi nell’America latina.
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7552
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • La normatività dei governati. Un tracciato post-coloniale

    • Authors: Michele Spanò
      Abstract: Il saggio articola due approcci eterodossi alla sfera del politico: (I) normatività e (II) governamentalità e applica questo quadro teorico alle società post-coloniali. Attraverso una lettura approfondita del lavoro di alcuni importanti studiosi post-coloniali, quali Partha Chatterjee e Ranabir Samaddar, il saggio offre un tracciato di ciò che propone di chiamare la «normatività dei governati». La descrizione etnografica sia delle autorità pubbliche che degli attori sociali nei contesti post-coloniali getta luce su una dimensione peculiare della negoziazione politica, così com’è forgiata dai “governati” attraverso l’uso strategico degli stessi discorsi e pratiche, prevalentemente legali, che i poteri governamentali impiegano per governare. Alla fine l’accoppiamento di antropologia e normatività permette di formulare una critica originale e più ampia del politico in sé.
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7563
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • Stile editoriale di opere scientifiche: dissensi e contrasti nel carteggio
           Govi-Boncompagni

    • Authors: Edvige Schettino, Antonio Borrelli
      Abstract: Nella seconda metà dell’Ottocento si avviano in Italia progetti scientifici di grande rilevanza culturale e unici nel panorama europeo. Il carteggio tra Govi e Boncompagni testimonia un sodalizio scientifico nei venti anni di pubblicazione del «Bullettino di Bibliografia e di Storia delle Scienze Matematiche e Fisiche» (1868-1887). Entrambi scienziati, cultori di studi storici, bibliofili e collezionisti, contribuirono alla diffusione degli studi di bibliografia e di storia della scienza, ma ebbero dissensi sullo stile editoriale delle opere scientifiche. 
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7578
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
  • Democracy, Populism and the Political Management of Primitive Accumulation
           - Partha Chatterjee. Dipartimento di Storia Culture Civiltà –
           Università di Bologna, 22 maggio

    • Authors: Roberta Ferrari
      PubDate: 2017-12-18
      DOI: 10.6092/issn.1825-9618/6222
      Issue No: Vol. 29, No. 57 (2017)
       
 
 
JournalTOCs
School of Mathematical and Computer Sciences
Heriot-Watt University
Edinburgh, EH14 4AS, UK
Email: journaltocs@hw.ac.uk
Tel: +00 44 (0)131 4513762
Fax: +00 44 (0)131 4513327
 
Home (Search)
Subjects A-Z
Publishers A-Z
Customise
APIs
Your IP address: 54.225.32.164
 
About JournalTOCs
API
Help
News (blog, publications)
JournalTOCs on Twitter   JournalTOCs on Facebook

JournalTOCs © 2009-