for Journals by Title or ISSN
for Articles by Keywords
help

Publisher: Università di Bologna   (Total: 23 journals)   [Sort by number of followers]

Showing 1 - 23 of 23 Journals sorted alphabetically
Almatourism - J. of Tourism, Culture and Territorial Development     Open Access   (Followers: 9)
Annali Sismondi     Open Access  
Antropologia e Teatro. Rivista di Studi     Open Access   (Followers: 1)
Bruno Pini Mathematical Analysis Seminar     Open Access  
Confluenze Rivista di Studi Iberoamericani     Open Access   (SJR: 0.1, h-index: 1)
Conservation Science in Cultural Heritage     Open Access   (Followers: 10, SJR: 0.101, h-index: 0)
Danza e ricerca. Laboratorio di studi, scritture, visioni     Open Access  
DISEGNARECON     Open Access   (Followers: 2)
Encyclopaideia - J. of Phenomenology and Education     Open Access   (Followers: 1, SJR: 0.111, h-index: 1)
EQA - Intl. J. of Environmental Quality     Open Access   (Followers: 1)
Figure     Open Access   (Followers: 2)
Governare la paura. J. of interdisciplinary studies     Open Access  
INTRECCI d'arte     Open Access   (Followers: 3)
In_Bo : Ricerche e Progetti per il Territorio, la Città e l'Architettura     Open Access   (Followers: 3)
IpoTESI di Preistoria     Open Access   (Followers: 2)
J. of Endoscopic and Minimally Invasive Surgery in Newborn, Children and Adolescent     Open Access  
J. of Formalized Reasoning     Open Access   (Followers: 2, SJR: 0.245, h-index: 1)
Labour & Law Issues     Open Access   (Followers: 3)
Musica Docta     Open Access   (Followers: 1)
PsicoArt - Rivista on line di arte e psicologia     Open Access   (Followers: 2)
Ricerche di Pedagogia e Didattica. J. of Theories and Research in Education     Open Access   (Followers: 3)
Scienza & Politica : Per una storia delle dottrine     Open Access   (Followers: 2)
Statistica     Open Access   (Followers: 9)
Journal Cover Scienza & Politica : Per una storia delle dottrine
  [2 followers]  Follow
    
  This is an Open Access Journal Open Access journal
   ISSN (Print) 1825-9618
   Published by Università di Bologna Homepage  [23 journals]
  • Paolo Prodi (1932-2016). Uno storico tra scienza e politica.

    • Authors: Pierangelo Schiera
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • Il Moderno in teoria e in prassi. L’esempio della Germania

    • Authors: Christof Dipper
      Abstract: A partire da una ricostruzione delle origini tardo-ottocentesche del concetto di “moderno” e delle diverse interpretazioni nel contesto delle scienze sociali tedesche, il saggio ne articola le radicali ambivalenze. Constatando che il moderno non può essere misurato su di una scala di progresso, né può essere identificato con un valore specifico, Christof  Dipper suggerisce che esistono tante concezioni di moderno quante sono le società, le quali non necessariamente seguono un percorso comune. Il concetto di moderno, che include anche l’antimoderno, abbraccia quindi attori, rappresentazioni e costellazioni, offrendo una lettura complessiva della storia.
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • Storia come modernità. Introduzione

    • Authors: Pierangelo Schiera
      Abstract: L’introduzione prende le mosse dall’esaurirsi della modernità, tracciando le linee fondamentali del suo sviluppo all’interno dell’esperienza storica occidentale. La fine del nesso politico tra teologia e politica, l’evanescenza della sovranità statal-nazionale, lo scacco delle grandi interpretazioni storiche rivelano la necessità di nuove categorie e di nuovi modelli organizzativi, in grado di fare rispondere alla violenza che i processi in atto stanno liberando. Schiera sottolinea in particolare la rilevanza del dispositivo amministrativo per la sua capacità di collegare il governo globale con l’organizzazione globale, i diritti umani e i beni comuni.
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • La modernità e il suo doppio: Sade come icona

    • Authors: Alberto Brodesco
      Abstract: Avvicinare la figura di Sade (lo scrittore e il personaggio biografico) all'idea di modernità permette di mettere a fuoco alcune concettualizzazioni fondamentali, riguardanti in particolare la posa di un termine, inteso nel significato di contrassegno di confine, di pietra miliare rispetto alla definizione cronologica di modernità e alla sua contrapposizione con qualcosa d'altro – un anti- o contro-modernità, un doppio. Posto storicamente (1740-1814) in una posizione strategica per giudicare sulle sorti della modernità, Sade sembra negarne le pre-condizioni, la reale comprensione o la possibilità di accedervi.
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • Modernità e storia. Per una provincializzazione del tempo

    • Authors: Massimiliano Tomba
      Abstract: Il saggio parte dalla singolarizzazione e temporalizzazione dei concetti politici, che sono all’origine dell’autorappresentazione del moderno come gerarchicamente superiore al premoderno. Tale autorappresentazione, nelle parole di Massimiliano Tomba, va ora pluralizzata non solo in relazione alle molte temporalità extra-europee, ma anche ai molteplici strati temporali della storia europea. La proposta dell’autore di lavorare sui «differenziali di tempo», cioè sulle traiettorie che deviano dal corso dominante della storia moderna fondato sull’emancipazione occidentale, sui diritti individuali e sui moderni rapporti di proprietà privata, sottende che, per riconfigurare il concetto di modernità, è necessario riconfigurare il concetto stesso di storia. 
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • Contributo per una riflessione sul concetto di Moderno ed una sua
           eventuale stratificazione di senso

    • Authors: Luigi Lombardi
      Abstract: L'articolo propone una disamina critica del concetto di Moderno, in relazione a quello di Postmoderno e di Contemporaneo e inserendo tale triade all'interno di una più complessa matrice temporale. Confrontandosi in particolare con Martin Heidegger, il saggio utilizza le categorie di Moderno e Postmoderno sincronicamente e affronta nodi specifici, quali il ruolo della tecnica/tecnologia e il significato di progresso come attributi fondamentali di un Moderno che oggi viene letto soprattutto in termini di crisi. 
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • Nella fabbrica della modernità: il capitale, lo Stato e
           l’impero

    • Authors: Sandro Mezzadra, Brett Neilson
      Abstract: Il saggio affronta l’intreccio di Stato e capitale come potenze che dominano la modernità, ponendosi da subito su una scala globale. Questo intreccio interseca inevitabilmente la storia dell’impero che, lungi dall’essere solamente il precedente dello Stato, rappresenta una forma composta di sovranità stratificate e spazi giuridici variegati. Il concetto di Stato che emerge dal saggio si discosta quindi dalla concezione weberiana, che prevale nella letteratura contemporanea. Rispetto alla definizione data da Weber, infatti, la territorialità dello Stato attuale è turbata e alterata, tanto dal vacillare dei suoi confini quanto dall’emergere di nuove formazioni territoriali, sia all’interno sia attraverso i confini. La sguardo globale sullo Stato complica, inoltre, il suo rapporto con la nazione e l’idea del monopolio della produzione normativa e della forza fisica. Quel che ne risulta è un’immagine molto più frammentaria e mobile della storia dello Stato moderno. 
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • Modernizzazione come temporalizzazione. Storia dei concetti e mutamento
           epocale nella riflessione di Reinhart Koselleck

    • Authors: Luca Scuccimarra
      Abstract: Ricostruendo la concezione del mutamento storico all’interno della riflessione di Reinhart Koselleck il saggio affronta l’affermazione e la crisi del moderno ordine temporale. Se la modernizzazione è stata intesa come un superamento e un abbandono della tradizione, essa viene coinvolta dalla scoperta di una molteplicità di strati temporali, che la formula «contemporaneità del non contemporaneo» si incarica di descrivere. Viene di conseguenza indagata la possibilità di una nuova Sattelzeit in grado di motivare l’accelerazione del tempo contemporaneo o i nuovi regimi di storicità che esso rivela. La scissione tra modernizzazione e temporalizzazione potrebbe indicare la necessità di formulare una nuova storia concettuale. 
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • La Magna Carta e lo jus commune: il difficile “dialogo” tra common law
           e diritto continentale

    • Authors: Dolores Freda
      Abstract: L’autrice mette in discussione il dogma storiografico che, a partire da F.W. Maitland, ha dato per assodata l’«anglicità» pura del diritto inglese, costruendo così la sua storia sulla sua eccezionalità rispetto alla tradizione europea, dalla quale non sarebbe stata  in nessun modo contaminata. L'analisi della storiografia anglosassone del più importante documento costituzionale inglese, mira a rispondere alla provocatoria domanda: quanto è inglese la Magna Carta? Che ruolo ha giocato lo jus commune nella sua redazione? In che rapporto sta con il diritto romano-canonico dell’epoca? Attraverso un esame delle sue radici culturali, il saggio mostra non solo l’influenza sostanziale del diritto romano-canonico sulla Magna Carta, ma anche più in generale le affinità e gli elementi comuni che caratterizzano in principio il rapporto tra la tradizione giuridica inglese e quella continentale.    
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • La dialettica della repressione. Michel Foucault e la nascita delle
           istituzioni penali

    • Authors: Alessandro Pandolfi
      Abstract: Il saggio intende mettere in evidenza il ruolo della repressione nel corso tenuto da Michel Foucault al Collège de France Théories et institutions pénales del 1971-1972, e nei testi in cui, negli stessi anni, Foucault elabora la genealogia del sistema penale moderno. Nel corso del 1971-72 la repressione è un dispositivo politico che accanto al ricorso alla violenza, mette contestualmente in gioco nuove tattiche, nuovi rapporti, nuovi equilibri di potere, e soprattutto, anticipa le istituzioni e le pratiche fondamentali dell’ordine penale della modernità. 
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • L’"invenzione" della classe operaia come formazione discorsiva e la
           genesi del metodo empirico delle scienze sociali in Francia (1830-48)

    • Authors: Federico Tomasello
      Abstract: Il saggio indaga taluni processi attraverso cui in Francia il "mondo del lavoro" è venuto costituendosi come soggettività collettiva ed è stato istituito in quanto oggetto di scienza e di politiche pubbliche. A partire dall’insurrezione dei tessitori lionesi del 1831, in cui la storiografia è solita indicare l’‘atto di nascita’ del movimento operaio europeo, la prima parte ricostruisce alcune coordinate di questo processo di soggettivazione politica evidenziando il rilievo della sua dimensione linguistica e discorsiva. Nella seconda parte si osserva poi l’attivazione di pratiche d’indagine della questione sociale in cui emerge il metodo empirico delle moderne scienze sociali e, parallelamente, la dimensione del lavoro operaio viene messa a fuoco e isolata come ambito di indagine scientifica, centro di imputazione di diritti e oggetto di pratiche amministrative.
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • Il solco del grande Altro. Psicoanalisi e politica a partire da Lacan

    • Authors: Claudio Cavallari
      Abstract: Il presente saggio si propone di istituire un terreno di confronto possibile tra teoria politica e psicoanalisi a partire dalla problematizzazione di alcuni concetti fondamentali della teoria analitica di Jacques Lacan. Attraverso l’analisi delle categorie chiave di struttura simbolica, grande Altro, oggetto a, sintomo, nei testi di Lacan, l’articolo intende fare chiarezza sui principali fraintendimenti che connotano l’odierno riferimento, nel lavoro di numerosi teorici della politica e psicoanalisti, alla psicoanalisi lacaniana quale strumento di ermeneutica del politico. Nella sua conclusione il saggio mira ad elaborare alcune linee guida che possano orientare un proficuo impiego della psicoanalisi lacaniana nel compito di rinnovare l’apparato categoriale della riflessione teorico-politica.
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • La macchia cieca. Questioni confinarie di semantica storica tra Reinhardt
           Koselleck e Niklas Luhmann

    • Authors: Maurizio Merlo
      Abstract: Nelle ampie ricognizioni critiche che l'impresa della Begriffsgeschichte ha innescato, è forse sinora rimasto sottoesposto il difficile rapporto che la storia concettuale – nella sua declinazione koselleckiana – intrattiene con la teoria sistemica. Muovendo dalla tensione tra esperienza e storicità in Koselleck, l'articolo si sofferma sulle tensioni che l'impianto storico-concettuale registra non appena venga a contatto con i problemi di semantica storica che accompagnano il tentativo luhmanniano di operare, nel registro dell'osservazione di secondo ordine, una dislocazione temporale e una de-paradossificazione della paradossia attivata dalla différance di Derrida in quanto costitutiva della storicità. La macchia cieca al fondo dello sguardo luhmanniano ritaglia i confini del continente 'storia' lungo le linee del naufragio della semantica classica della modernità.
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • Lo spazio dell’aiuto internazionale. Politica, umanitarismo,
           sviluppo

    • Authors: Annalisa Furia, Silvia Salvatici
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • Una questione politica: l'epoca urbana che sta venendo Reporting from
           the Front (28 maggio – 27 novembre 2016, Biennale di Architettura,
           Venezia) Contested Cities (4-7 luglio 2016, Madrid) Shaping Cities (14-15
           luglio 2016, Venezia) Habitat III (12-20 ottobre 2016, Quito)

    • Authors: Niccolò Cuppini
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
  • Investigating Logistics - Institute for European Ethnology della
           Humboldt-Universität di Berlino 19-30 settembre 2016

    • Authors: Mattia Frapporti
      PubDate: 2016-12-31
      Issue No: Vol. 28, No. 55 (2016)
       
 
 
JournalTOCs
School of Mathematical and Computer Sciences
Heriot-Watt University
Edinburgh, EH14 4AS, UK
Email: journaltocs@hw.ac.uk
Tel: +00 44 (0)131 4513762
Fax: +00 44 (0)131 4513327
 
Home (Search)
Subjects A-Z
Publishers A-Z
Customise
APIs
Your IP address: 54.161.201.200
 
About JournalTOCs
API
Help
News (blog, publications)
JournalTOCs on Twitter   JournalTOCs on Facebook

JournalTOCs © 2009-2016